logo_unitre

UNITRE

foto_unitre

 

 

 

 

 

 

 

 

<< Novembre 2017 >>
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
  12345
6789101112
13141516171819
20 212223242526
27282930

 

 

Presentazione

L'Università della Terza Età - UNITRE - sede autonoma di Rivoli nasce il 17 febbraio 1984. Da più di 25 anni svolge un'attività di promozione culturale e sociale, invitando rivolesi e non, a stare insieme, condividendo l'amore per la cultura e l'amicizia.

L'UNITRE vive dell'opera di volontariato di docenti ed organizzatori, e di tutti quelli che negli anni hanno deciso di farsi coinvolgere, frequentando lezioni, eventi e laboratori.

Oltre alla trasmissione di saperi, l'UNITRE promuove un altro valore importante, che è quello di dire di no alla solitudine, alla malinconia, al distacco. Seguire una lezione all'UNITRE è anche un voler andare con gli altri, uno stare insieme in comunità, forse riannodando i fili di una passione culturale mai dipanati come si voleva.

Offre a tanti l'opportunità di navigare in mari nei quali si sarebbe già voluto procedere, attraverso un modo intelligente di stare con gli altri.

Estratto dello Statuto

Approvato dall'Assemblea Generale del 09.02.07, in conformità allo Statuto dell'Associazione Nazionale e allo Statuto tipo per le Sedi, approvato dal Consiglio Nazionale.

Art. 1. Denominazione
è costituita la Sede locale dell'UNITRE di Rivoli, Associazione di promozione sociale e culturale senza scopo di lucro, basata sul volontariato e aderente all'Associazione Nazionale delle Università della Terza Età, avente sede in Torino, Corso Francia n. 5.
L'Associazione locale assume la denominazione di Università della Terza Età Sede Autonoma di Rivoli, siglabile UNITRE, Università delle Tre Età, con Sede legale in Via Capra n. 27 Cap 10098 RIVOLI.
Essa svolge la sua attività nel Comune di Rivoli e negli altri Comuni confinanti, non facenti parte di altra Sede locale.

Art. 2. Riconoscimento
La Sede locale, avendo ottenuto in data 13/03/1984 il riconoscimento ufficiale da parte dell'Associazione Nazionale, ai sensi dell'art. 5 dello Statuto Nazionale, ne utilizza la denominazione, la sigla e il marchio e si impegna a rispettare i principi dello Statuto stesso.

Art. 3. Finalità
Le finalità della Sede locale sono quelle previste dall'art. 2 dello Statuto Nazionale, e più precisamente:
a) educare, formare, informare;
b) fare prevenzione, nell'ottica di una educazione permanente, ricorrente e rinnovata e di invecchiamento attivo;
c) promuovere la ricerca;
d) aprirsi al sociale e al territorio;
e) operare un confronto ed una sintesi tra le culture delle precedenti generazioni e quella attuale al fine di realizzare una "Accademia di Umanità" che evidenzi "l'Essere oltre il Sapere";
f) contribuire alla promozione culturale e sociale degli Associati, mediante l'attivazione di incontri, corsi e laboratori su argomenti specifici e la realizzazione di altre attività affini predisponendo ed attuando iniziative concrete;
g) promuovere, sostenere ed attuare studi, ricerche ed altre iniziative culturali e sociali per un aggiornamento permanente e ricorrente degli associati e per il confronto fra le culture generazionali diverse.
La Sede locale persegue inoltre la finalità di promuovere ed attuare attività di studio delle realtà culturali, socio-economiche ed artistiche del Piemonte.

Art . 4. Adesioni
Le adesioni alla Sede locale avvengono senza alcuna distinzione di etnia, religione, nazionalità, condizione sociale, convinzione politica, nel pieno rispetto dei principi di democrazia, apartiticità e aconfessionalità.

Art. 5. Associati
Sono associati della Sede locale:
a) Gli Associati fondatori che hanno dato vita alla fondazione firmando l'atto costitutivo della Sede locale;
b) Gli Associati ordinari successivamente chiamati a far parte dell'Assemblea Generale degli Associati, secondo la procedura stabilita dal Regolamento.
La scelta deve cadere su persone che, per impegno e convinzione, assicurino vitalità e continuità all'azione UNITRE;
c) Gli Associati onorari, scelti secondo la procedura stabilita dal Regolamento, fra persone che, per professionalità, competenza e particolari benemerenze, possono concorrere al prestigio, alla crescita ed all'efficienza della Sede locale;
d) Gli Associati docenti, tutti i coordinatori dei corsi e dei laboratori svolti nell'Anno Accademico;
e) Gli Associati studenti italiani e stranieri, che, avendo raggiunto la maggiore età, chiedano di frequentare i corsi, i laboratori ed altre eventuali attività, e siano in regola col versamento della quota associativa annuale.
Indipendentemente dalle loro qualifiche, partecipano alla vita sociale ed esercitano i diritti conseguenti solo gli Associati che sono in regola con la quota associativa annuale.
Si perde la qualità di Associato per decesso o dimissioni; la decadenza per indegnità è deliberata dal Consiglio Direttivo e deve essere ratificata dall'Assemblea generale degli Associati.
Il numero complessivo degli Associati fondatori e ordinari non può essere superiore a 35 (trentacinque) persone.

Art. 6. Organi della Sede Locale
Sono organi della Sede locale:
a) L'assemblea generale degli Associati;
b) il Consiglio Direttivo,
c) il Presidente,
d) il Vice Presidente o i Vice Presidenti;
e) il Direttore dei Corsi e uno o più Vice direttori dei Corsi;
f) il Segretario;
g) il Tesoriere;
h) il Collegio dei Revisori dei Conti;
i) l'Assemblea degli Associati Studenti;
j) il Collegio dei Probiviri.

Art. 15. Assemblea degli Associati Studenti
L'Assemblea degli Associati studenti è composta da tutti gli Associati studenti in regola col pagamento della quota associativa relativa all'anno accademico in corso. L'Assemblea viene convocata di norma una volta all'anno, o comunque almeno ogni tre anni.
Sono competenze dell'Assemblea:
a) eleggere tra i propri membri tre Rappresentanti,che entrano a far parte dell'Assemblea Generale;
b) proporre attività sociali, ricreative e assistenziali che possono integrare la parte didattica e culturale della Sede locale ( Accademia di Umanità);
c) collaborare col Consiglio Direttivo, per migliorare il funzionamento della Sede.
Gli associati studenti eletti per la durata di tre anni , rimangono in carica fino all'elezione dei successori, sempre che siano in regola con la quota associativa annuale.
L'eventuale surrogazione durante il periodo di carica avviene con i primi dei non eletti, in regola con la quota associativa, sulla base dei voti ottenuti.
Il Consiglio Direttivo approva apposito regolamento per il miglior funzionamento dell'Assemblea ed il regolare svolgimento dell'elezione dei rappresentanti.

Art. 20. Gratuità delle prestazioni
Lo svolgimento delle cariche, delle funzioni e dei compiti previsti dal presente Statuto avviene gratuitamente, salvo il rimborso delle spese effettivamente sostenute ed autorizzate.

Consiglio Direttivo

Presidente Emerito Enrico Boffa
Presidente Piero Leonardi
Vice Presidente Andrea Bourlot
Direttore dei corsi Danila Corlando
Vice direttori dei corsi Francesco Buonamassa
Roberto Collinelli
Segretario Germana Ottazzi
Tesoriere Bruna Bosizio
Consiglieri Cristoforo Codrino
Vanni Cornaglia
Renata Elia
Bruno Sidoli

Revisori dei conti

Alberto Tudisco
Nicolò Bellina
Marco Surra

Probiviri

Presidente Daniele Ciancetta
Effettivi Giancarlo Durando
Bruno Moglia

 

 

 


CON IL CONTRIBUTO DELLA:     logo_regione

UNITRE Rivoli - Via Capra, 27 - 10098 Rivoli - TO
Contatti: cell. 3335037489 - e-mail : info@unitrerivoli.it - Sito : www.unitrerivoli.it (agg. 2017)